openoffice-utenti-it mailing list archives

Site index · List index
Message view « Date » · « Thread »
Top « Date » · « Thread »
From Italo Vignoli <it...@vignoli.org>
Subject Re: [utenti-it] Chiarimento
Date Fri, 12 Jun 2015 17:29:08 GMT
Egregio Ingegner Dozza,

Troppo facile, dopo aver insultato (o giustificato chi insultava) e 
attaccato anche a livello personale per cinque anni, dire che la legittima 
difesa non è legittima.

Che ognuno si prenda le sue responsabilità, e siccome non ho mai nascosto 
il desiderio di vedere la morte di AOO ho la coscienza perfettamente a posto.

Io sono riuscito nel mio intento, che - ripeto - non ho mai nascosto, altri 
non possono dire di essere riusciti nel loro.

Peraltro, quello di AOO è un suicidio annunciato dal 2011 (provi a leggere 
quello che scrivevo all'epoca), che ho solo cercato di accelerare 
ribattendo colpo su colpo gli attacchi di IBM e della comunità italiana.

Se sono riuscito a farlo con risultati migliori rispetto a una 
multinazionale con budget milionari, contando solo sulle mie capacità, è 
perché AOO non aveva i presupposti per sopravvivere.

Certo, dover ammettere i propri errori non è né facile né gratificante, ma 
se aveste pensato meglio a quello che facevate...

Noi abbiamo cercato di farvi capire in tutti modi che stavate sbagliando, 
ma voi non ci avete ascoltato.

Adesso è un po' troppo tardi per rovesciare la frittata, cercando di dare 
la responsabilità di tutto quello che è successo al sottoscritto (che non 
ha mai nascosto i suoi obiettivi).

Quelli di IBM, perlomeno, hanno fatto buon viso a cattivo gioco, e alla 
fine hanno ammesso i loro errori.



Il 12 giugno 2015 04:37:54 PM davide@flossconsulting.it ha scritto:

> Caro Italo,
>
> Il 2015-06-12 16:15 Italo Vignoli ha scritto:
>
> [...]
>
> > Apache OpenOffice è un progetto morto, e non sarà certo il vostro
> > convegno della settimana prossima a tenerlo in vita, ed è affetto da un
> > problema di sicurezza che non è stato risolto perché la realtà è che
> > non
> > ci sono sviluppatori. Questi sono fatti incontrovertibili.
>
> [...]
>
> >
> > Le ricordo che i fatti della storia confermano che Apache OpenOffice è
> > un progetto nato per uccidere The Document Foundation e LibreOffice, e
> > tutti coloro che hanno contribuito a mantenere in vita il progetto - e
> > parliamo solo di realtà italiane, perché al di fuori dell'Italia AOO
> > non
> > esiste (e ci sarà pure un motivo) - hanno fatto, consapevolmente o
> > inconsapevolmente, il gioco di IBM, Apache Software Foundation e -
> > spiace proprio dirlo - Microsoft.
>
> Se Apache Open Office è morto, come sostieni, allora *DAI FATTI* deduco
> che LibreOffice e TDF sono nati per ucciderlo, peraltro, a sentire te,
> riuscendoci.
>
> Stammi bene.
>
> Davide
>
> P.S: Risparmiami la legittima difesa: le cronache sono piene di guerre
> preventive.
>
> ---------------------------------------------------------------------
> To unsubscribe, e-mail: utenti-it-unsubscribe@openoffice.apache.org
> For additional commands, e-mail: utenti-it-help@openoffice.apache.org
>



---------------------------------------------------------------------
To unsubscribe, e-mail: utenti-it-unsubscribe@openoffice.apache.org
For additional commands, e-mail: utenti-it-help@openoffice.apache.org


Mime
View raw message